Se segui già i soliti consigli che si danno in questi casi come: alzare lo sguardo spesso, leggere parola per parola, lavorare tenendo il foglio o il monitor il più lontano possibile o evitare luci al neon, battere le palpebre e respirare spesso, prova queste cinque indicazioni:

  • Chiudi gli occhi e comincia a contare alla rovescia dal 5 all’1. Fallo ripetutamente e insieme concentrati sul rilassamento.
  • Stampa una lettera nera, o anche il logo della ditta, nel centro di un foglio bianco, e appendilo alla parete o sotto al monitor, poi pratica l’oscillazione. Non preoccuparti per i colleghi, se ne appendono di cavolate negli uffici!
  • Delinea: segui il contorno degli oggetti con gli occhi, in particolare quelli delle cose tonde o irregolari e non quelli con le linee dritte.
  • Spezza la giornata con 3/5 minuti di PALMING (clicca qui per scoprire di più) nel bagno. Ricorda che 3 minuti è comunque meglio di niente. Noterai, dopo un po’ che lo fai, che se salti un giorno ti accorgerai della differenza. E non preoccuparti, nessuno farà caso se anziché 2 minuti al bagno, ne starai 5.
  • Ogni ora alzati dalla sedia. Puoi andare a guardare fuori dalla finestra; fare un cerchio con la testa in senso orario e uno antiorario; bere un sorso d’acqua, spruzzare un po’ d’acqua sugli occhi. Se pensi di dimenticartene metti la sveglia sul tuo cellulare (con un suono discreto….).

Puoi fare PALMING anche davanti ai colleghi; dipende solo dal tipo di ufficio.

Se pensi che possano giudicarti male puoi fare come me. Io ho detto loro che è stato l’oculista a prescrivermi il PALMING se non voglio che mi si stacchi la retina, il che è assolutamente plausibile e ….. potrebbe pure essere vero!

Share This