Sono maurizio cagnoli e confesso che ho vissuto

Sono grato a me stesso per questo curriculum, ritrovato di recente, che mi ricorda tante cose fatte, tanti interessi coltivati, tante persone meravigliose incontrate. Gli ultimi, pienissimi 20 anni appaiono poco, perché appartengono al periodo che sto vivendo.
La passione politica,  l’amore e la ricerca spirituale anche loro non si intravvedono più di tanto, eppure sono forse loro le cose che porterò nel mio cuore fino all’ultimo.

 

1947    Nasce a Genova. Studia alla Scuola Svizzera, dove impara il francese. Frequenta poi il Liceo Scientifico

´66/71   A Trento studia sociologia,. Si laurea con il massimo dei voti e partecipa  al primo seminario di Shiatsu tenuto in Italia.

´72/73  Si iscrive alla scuola di psicologia dell’istituto di filosofia della facoltà di lettere  dell’università di Urbino.  Nel frattempo studia agopuntura e  medicina cinese.

´74/75  E’ manager a Palermo: Amministratore unico della Isabella spa e vice- presidente del Consorzio Palermitano Trasportatori prodotti petroliferi. Nel frattempo è iscritto alla scuola di psicologia: arriverà al IV anno, ma rinuncerà a conseguire il diploma.

´76/78   In America Latina. Svolge una ricerca per la scuola di psicologia. Studia medicina tradizionale andina, insegna Shiatsu e medicina cinese, dà conferenze su medicina cinese, macrobiotica, I Ching e  argomenti analoghi.

´78/81   In India per una ricerca sul campo per la scuola di psicologia (mai terminata). Entra in contatto con Encounter, Gestalt, Bioenergetica,  Enlightment Intensive, Primal, nonché  Rebirthing e Integrazione Posturale,  più un gran numero di  tecniche psicocorporee. Si perfeziona come body- worker (shiatsu soprattutto) esperto in massaggi e tecniche corporee.

´83/85    Negli USA. Entra in contatto (e contrasto) con il  mondo delle  terapie  americane: Polarity, Radix, Hellerwork, Lomi, Hakomi, etc. Conosce  terapisti famosi come Naranjo, e Kelly. Con quest’ultimo, inizia a  coniugare lavoro psicocorporeo (bioenergetica) e lavoro sulla vista

´87/88    India. Si perfeziona in Rebalancing (training e training avanzato). Partecipa  alla conduzione dei successivi training di Rebalancing e di gruppi centrati su tecniche del corpo. Collabora inoltre a gruppi centrati su tecniche collaterali, come terapia del respiro, metodo Feldenkrais. Studia il metodo Bates (training di 45 giorni) e inizia a sviluppare la Eye Fitness.

´88/90    Inizia la collaborazione con l’Institut für Körperorientierte Psychotherapie di  Amburgo, dove da sessioni e conduce supervisioni; con il Centro Italiano di Naturopratica di Roma e il Centro Wilhelm Reich di Roma (de Marchi). Tiene seminari e gruppi in Italia e Germania su temi attinenti alla psicoterapia orientata verso il corpo. Entra  in contatto con numerosi terapisti operanti in Europa, quali Malcolm Brown,  David Boadella, Stanislav Grof, Gerda Boyesen. Guida i primi gruppi sperimentali sulla vista in Italia e in Germania (allora chiamati Eye Stream Process)

Conduce eventi e seminari in Italia (al festival di Cuore, al seminario di Comunicazione e creatività di Eutopia a Trento, nel corso di formazione in bioenergetica dell’università di Roma e Messina, presso l’IPU, l’IPUE e altri). Partecipa inoltre ai corsi di formazione in comunicazione aziendale con Hubert Jaoui a Milano (Createca).

1991        Partecipa al primo training in Visceral Integration, una tecnica avanzata di  lavoro diretto sugli organi, di matrice osteopatica.

92-97      Sposta gradualmente l’accento dal lavoro individuale, centrato su  Rebalancing e tecniche analoghe (ma integrando elementi di counseling) al  lavoro di gruppo, in cui l’accento è sempre più posto sul ruolo centrale degli  occhi. Tutto ciò avviene contemporaneamente in Germania, India e Italia.

Dal 97     Si attenua il rapporto con la Germania (e poi con l’India) e si sviluppa l’attività in Italia.   Oltre ai seminari, aumentano le conferenze, la partecipazione a convegni, e le  vere e proprie lezioni per studenti di optometria, quali quelle tenute alla  scuola di optometria di Bergamo. Si stringe il rapporto con ricercatori nel  campo della percezione visiva (Tonino Casula, Ruggero Pierantoni tra gli altri) e inizia la  pubblicazione di Vederci Meglio Newsletter (poi diventata Buena Vista Newsletter), una rivista unica in Italia. Si apre il sito in Internet (www.metodobates.it), il terzo nel mondo dedicato alla Visione Naturale.

2002        Organizza con Daniela Giovati il primo convegno degli educatori visivi in Italia.

2003        E’ socio fondatore e presidente dell’Associazione Italiana per l’Educazione Visiva

Fino al 2008 Conduce seminari sulla Visione Naturale in Italia. Conduce occasionalmente corsi e conferenze per diverse entità. E relatore a tutti i convegni sulla visione olistica in Europa.

Dal 2008 Apre la scuola di Formazione per educatori visivi di Barcellona e immediatamente dopo quella di Roma.

Dal 2013 Apre la formazione in Argentina e a Madrid. Continua l’attività a Roma e Barcellona. Lascia la presidenza dell’AIEV, in cui continua ad essere membro del CD.

Dal 2015 Inizia a condurre seminari in Messico, mentre la scuola in Argentina continua autonomamente. In Spagna ed Italia si concentra soprattutto sulla formazione.

Dal 2017 inizia la formazione anche in Messico

 

Vista Consapevole – Fusione con Maurizio Cagnoli

Vista Consapevole – Fusione con Maurizio Cagnoli

Vista Consapevole – Lezione Magistrale Con Maurizio Cagnoli sulla Fusione per ottenere risultati immediati con la presbiopia.
14 Gennaio 2023 – 15 Gennaio 2023

 

L’incredibile KIT per allenare la vista

Melissa, Benda pirata- occlusore parziale; Spago di Brock; Tucano; 2 tabelle di prova colorate; piramide; 5 tabelle per il riequilibrio; occhiali anaglifici; Palmette; Barrette; Shifter; Spiedino; pseudo-shifter; Manuale metodo Bates.     49 euro