“Vi farò vedere cose che voi umani…”

Bella foto, vero? Di grande effetto: un bel tramonto più una ramificazione un po’ particolare, che gli addetti ai lavori (oftalmologi, ottici, optometristi, ortottisti e… educatori visivi) riconosceranno immediatamente. Ma certo! E’ come appare una retina, cioè la parte interna dell’occhio quando viene fotografata, con la macula al posto del sole, e la ramificazione del sistema vascolare (vene e arterie) un po’ tutto intorno.
Questa foto è naturalmente un prodotto di Photoshop, una cosa del genere non esiste nella realtà. Vero… eppure c’è un’esperienza in cui puoi percepire qualcosa di molto simile.

Iniziamo con il Sunning

Il Sunning consiste nell’osservare il sole a occhi chiusi. E’ un’esperienza tipica del metodo Bates che ha prodotto e continua a produrre innumerevoli benefici, come il miglioramento della tolleranza alla luce, tonificazione della funzionalità dell’iride, miglioramento dell’acutezza visiva da vicino per i presbiti, e molti altri.
Naturalmente deve essere praticata con un po’ di buon senso. E magari proprio per questo suscita a volte la diffidenza degli oftalmologi.

Perfezioniamo un po’ il Sunning

La prima cosa da dire è che, dopo il Sunning (da 3 a 10 min.) è estremamente utile metterci un Palming di qualche minuto: c’è una fantastica sinergia tra le due cose.
La seconda cosa è che è bene metterci un po’ di movimento destra-sinistra della testa, in modo da creare una specie di pulsazione della luce che arriva.
Respiriamo, NON aggrottiamo né fronte né palpebre.

E poi potremmo usare lo Shifter

Si, parlo di quel semplicissimo strumento che trovate su questa pagina
E’ una cosina molto semplice, ma estremamente utile per la vista. Sullo stesso sito, nella pagina INFO si trova una descrizione del suo uso.
Bene, cosa succede se, mentre guardiamo il sole (a occhi chiusi) facciamo passare lo shifter davanti agli occhi? Si creano dei Barbagli, cioè una rapida alternanza di luce ed ombra. La raccomandazione è di non “resistere” a questa specie di massaggio luminoso e, se tutto procede bene, potrebbe succedere che…

“Oh Dio mio! Vedo una ragnatela! Anzi, ne vedo due!

Si, potreste vedere qualcosa di molto simile all’immagine proposta. Senza mare, beninteso, sfondo arancione, ma con due soli e due “ramificazioni”.

La mia ipotesi è che si veda proprio l’ombra del sistema vascolare della retina, cosa che di solito è impossibile, ma verrebbe resa possibile dai “barbagli” che creerebbero un effetto stroboscopico (tipo luci intermittenti delle disco). Alcuni esperti rigettano questa interpretazione, ma tutte le ipotesi alternative non reggono e l’esperienza è molto comune, succede a quasi tutti, prescindendo da diverse condizioni refrattive (miopia, ipermetropia etc) e dalla presenza o meno di altri problemi, come cataratta, distacchi del vitreo o altro ancora.

Panorami interiori

Trovo affascinante che un’esperienza come il Sunning, che prepara i nostri occhia a guardare il mondo esterno con occhi rinnovati, possa trasformarsi in uno sguardo interiore. Ma è un po’ la filosofia del metodo Bates e della Visione Naturale: vogliamo essere in grado di vedere il mondo esterno senza tensione, accogliendolo con piacere ed interesse. E nel processo cominciamo a guardare a noi stessi con lo stesso interesse e la stessa accettazione.

“Vedremo cose che noi umani…”

La magia delle vacanze per gli occhi, delle Master Class e del Buenavista Visual Club (e dei corsi di formazione per educatori visivi) sta nel vedere quello che c’è, per riscoprire la meraviglia del Vedere, le infinite possibilità della Visione. In questi processi ci si toglie gli occhiali, ci si libera dei para-occhi e tutti i condizionamenti che ci hanno impedito di godere pienamente di questo dono meraviglioso che abbiamo ricevuto.

 

Vuoi dare continuità al piacere di migliorare la vista?

9,10 Ottobre via ZOOM   Lezione Magistrale = intensivo esperienziale di Visione Naturale Cosa significa?

  • Intensivo vuol dire che vogliamo ottenere risultati subito e non spalmati su mesi o anni.
  • Esperienziale significa che qui non si fanno discorsi astratti, si lavora direttamente sulla vista.
  • Visione Naturale è il modo facile spontaneo, senza sforzo di vedere chiaro. La natura ce lo aveva dato, ma noi lo abbiamo coperto con una marea di cattive abitudini visive (fissare, sforzarsi, non respirare etc.). Nel seminario la faremo riemergere.

Trovi tutte le informazioni QUI