Ehm, avrei qualche domanda…

Queste sono domande che vengono poste frequentemente. Ce ne sono molte altre, naturalmente…. 

E’ una terapia? Cosa significa “approccio olistico al miglioramento della vista”?
Il metodo Bates è un approccio in cui la persona è considerata nel suo complesso. Non curiamo malattie, ma aiutiamo a prevenire o ricuperare i problemi refrattivi: miopia, ipermetropia, presbiopia, astigmatismo e persino strabismo (in molti casi). Questo perché i fattori che producono un peggioramento della vista possono provenire dal tipo di lavoro, da blocchi emotivi o traumi, alimentazione squilibrata, e comunque si esprimono in cattive abitudini inconsapevoli nel modo in cui si usa la vista. Esserne consapevoli e correggerle è la base del metodo Bates.

Quanto tempo si deve dedicare agli esercizi?
Non è necessario pensare in termini di un tempo fisso da dedicare ogni giorno alle attività. Ciò che viene insegnato deve piuttosto essere integrato in TUTTE le normali attività quotidiane: sia nel lavoro d’ufficio che in quello casalingo, osservando la Tv o leggendo e in qualsiasi altra attività abituale.

Tuttavia molte persone  hanno scoperto che praticare le attività del metodo Bates è piacevole e rilassante e finiscono per dedicare regolarmente del tempo a queste, così come si farebbe con lo Yoga o esercitandosi su uno strumento, come in un hobby. Quando questo accade, di solito raggiungono migliori risultati in minore tempo.

Dopo quanto tempo si può dire di essere “guariti”?
Intanto non si deve pensare in termini di malattia ma piuttosto di cattive abitudini da cambiare (magari collegate a convinzioni e atteggiamenti emotivi negativi). Il miglioramento dipende dall’individuo: alcuni smettono di portare occhiali dopo appena una lezione, altri possono avere bisogno di settimane o mesi per raggiungere lo stesso risultato. Quello che si ottiene dipende da quanto si investe, non solo in termini di tempo ma soprattutto in termini di entusiasmo, attenzione a se stessi e motivazione.

Conosco personalmente alcuni che hanno recuperato ben dieci diottrie in poco tempo, altri hanno avuto un processo molto più lento. Altri ancora fin dall’inizio assumono un atteggiamento molto indeciso e contraddittorio che impedisce ogni risultato, oppure abbandonano dopo pochi giorni ogni attività (e poi affermano che “il metodo Bates non funziona”….)

Ma, funziona?
Si, le storie di successo ci sono e vengono riportate sulle mail list del settore o giungono agli insegnanti come feed back positivi. Ogni volta che si è applicato i principi del metodo Bates (e magari anche qualche altra tecnica olistica) con costanza e consapevolezza, i risultati arrivano.

Cosa c’è che non va in lenti e occhiali?
Gli occhiali funzionano come una valvola: permettono il peggioramento, ma non il miglioramento dei problemi visivi, un po’ come una sedia a rotelle non aiuta a imparare a camminare.

Quando si inizia ad applicare il metodo Bates raccomandiamo di usare “occhiali di transizione”, ossia occhiali con una correzione più bassa di quella che darebbe 10 decimi, e/o i Rasterbrille (occhiali stenopeici con i buchi).

Oculisti e altri professionisti della vista, come vedono il nostro approccio?
All’università viene loro insegnato che la vista non può migliorare, se non con lenti o chirurgia, e la maggior parte di loro accetta questa posizione senza discussioni. Esistono tuttavia oculisti, optometristi, ortottisti e altri professionisti che hanno contatti con l’approccio olistico e danno una mano. Alcuni professionisti hanno seguito training con noi e iniziano a integrare le pratiche olistiche nel loro lavoro.

Si può lavorare da soli con il metodo Bates?
Il metodo Bates descrive il modo naturale di usare l’apparato visivo e quindi il modo più semplice e facile. Tuttavia la maggior parte di chi ha problemi visivi si è abituata ad interferire inconsciamente in tale processo e continuerà a farlo anche mentre cerca di applicare il metodo Bates. Per questa ragione particolarmente agli inizi, la guida di un insegnante qualificato evita di arenarsi in tipici fraintendimenti e permette di migliorare da subito.