Vedere bene con il metodo Bates è un’arte che può essere insegnata e imparata. A quali problemi visivi si rivolge?

Miopia: Bulbo oculare allungato e eccessiva tensione del cristallino. Si vede male da lontano.
Ipermetropia: Bulbo oculare schiacciato e insufficiente tensione del cristallino. Si vede male da vicino.
Astigmatismo: Irregolare curvatura della cornea. Si vede confuso a qualsiasi distanza.
Presbiopia: Rigidità del cristallino. Si vede male da vicino..
Strabismo: Un occhio non si allinea con l’altro. C’è visione sdoppiata o monoculare.

Ma non bastano un paio d’occhiali?

Gli occhiali e le lenti a contatto non sono una cura per nessuna di queste condizioni anzi, spesso, molto spesso, anzi sempre… le aggravano, esattamente come una sedia a rotelle non insegna a camminare. Se vuoi saperne di più, vai a o gli occhiali o la vista!

E le attività del metodo Bates, invece?

Il metodo Bates insegna ad utilizzare gli occhi e la mente nel modo naturale, diventando consapevoli di tutte le interferenze e cattive abitudini che abbiamo inconsapevolvente assorbito. È semplice e naturale.
Trovi i concetti base a i principi di base

E funzionano?

Sempre e invariabilmente. A patto di farle con consapevolezza.

Si tratta di una novità?

No, Il dott W. Bates ha elaborato e applicato il metodo Bates (Visual Training, o Natural Vision Improvement) quasi un secolo fa. Da questo nucleo è nata una disciplina olistica che ha aiutato a risolvere i problemi visivi di milioni di persone in tutto il mondo. È recentemente apparso un sito totalmente dedicato alla figura e all’opera di W. H. Bates

E come mai non se ne parla?

Nei paesi in cui è stato applicato su vasta scala ha dovuto affrontare una durissima opposizione da parte della classe medica edegli interessi economici collegati. In Italia non è del tutto vero che non se ne parli: grazie all’attività svolta dall’AIEV, Associazione Italiana per l’Educazione Visiva

Chi le propone in Italia?

Maurizio Cagnoli, sociologo ad indirizzo psicologico ed esperto in percezione visiva, si interessa dal ’71 di tecniche psicocorporee. Propone Buena Vista dal 1989 in Italia, Spagna, Portogallo, India, Germania, Argentina, Messico, Cile e Uruguay.

Si tratta di cose complicate?

Si tratta di cose che ci invitano spesso a cambiare abitudini e abbandonare atteggiamenti psicologici negativi a cui siamo magari molto attaccati. Vai a I principi di base Se invece vuoi vedere quanto è semplice cambiare abitudini, vai a Le mie giornate senza lenti

Corsi, seminari, vacanze e sedute individuali

Ci sono seminari esperienziali che si svolgono in tutta Italia.
Durante l’estate si svolgono delle vere e proprie vacanze per gli occhi.
I corsi annuali sono il modo più efficace per dare continuità al miglioramento della vista.
Le sedute individuali aiutano ad affrontare problemi molto specifici.

 

Share This